JB6A8860
Si è chiusa la prima edizione di OroRosso – Il Festival del Pomodoro del Nord, che ha visto protagonista la città di Piacenza, capoluogo dell’omonima provinca che è seconda in Italia per produzione di pomodoro.
 
Una tre giorni che ha visto susseguirsi oltre cinquanta eventi tra enogastronomia, musica, spettacolo e in particolare tanti talk show, in cui il protagonista è stato ovviamente il pomodoro nelle sue diverse forme. Ci si è spinti anche a creare un vero e proprio processo, in tono giocoso e con tanto di ospiti illustri, per fare capire ed apprezzare, oltre che al gusto, anche gli aspetti benefici derivanti dal consumo di pomodoro.
 
Bene anche la risposta del pubblico, benchè penalizzata da un tempo incerto che sicuramente ha dissuaso molti a recarsi a Piacenza, con diecimila presenze nelle tre piazze dedicate alla manifestazione.
 
Numeri che a Stefano Pelliciardi della SGP Eventi, società organizzatrice della manifestazione, fanno dire che questa edizione “zero” di OroRosso è stata una scommessa vinta e che quelle che seguiranno non potranno che trasformarsi in qualcosa di veramente importante per la città di Piacenza.
 
L’attenzione per la manifestazione è stata infatti tanta anche sui media nazionali, che già da questa prima edizione hanno dato visibilità alla manifestazione e al pomodoro piacentino. Hanno parlato di OroRosso Tv Sorrisi e Canzoni, Oggi, Gente, Star Bene, e i quotidiani La Provincia di Cremona, La Provincia Pavese, L’Eco di Bergamo, il Cittadino di Lodi. Due infine sono state uscite sul Corriere della Sera di Bologna e numerosi sono stati i richiami online su siti come Milano da Bere e sui portali dei blogger invitati, l’8 settembre scorso, presso gli stabilimenti del Consorzio Casalasco di Pomì.
 
Possiamo quindi concludere che la fama del Pomodoro del Nord e del Festival a lui dedicato sono sicuramente destinate a crescere. L’appuntamento è per l’edizione del 2016, con tante novità e soprattutto con tanto, tantissimo OroRosso!